Trucchi per cucinare al meglio Peperoni, Fagioli e Verdure


peppers veggies photo

In cucina si possono usare molte piccole accortezze per rendere la preparazione delle pietanze più veloce e con migliori risultati, anche se non si è cuochi professionisti. Sono i cosidetti “trucchi della Nonna” che spesso ci aiutano più di tanti ritrovati chimici o tecnologici. Allora perchè non rivisitarne alcuni?

Come arrostire e pelare i Peperoni
I peperoni arrosto sono in grado di dare quel tocco di sapore e di colore assolutamente inconfondibile ad ogni piatto, in particolare ad insalate, frittate, pizze e pasta. Ma non solo, sono assolutamente brillanti anche da soli. Una volta aggiunto un filo di buon olio extra vergine di oliva, una spruzzata di aceto balsamico, aglio tritato, sale e pepe, ogni ospite non potrà che gradire un antipasto del genere.

Ci sono vari modi per arrostire i peperoni, ne prenderemo in considerazione un paio: sul fornello a gas della cucina e sotto il grill del forno di casa.

Iniziamo con una nota: i peperoni 

evono essere rigirati molto spesso durante la cottura, in modo da bruciacchiare la pelle ma non la polpa! Nel caso doveste vedere che la pelle si sta trasformando in cenere bianca, significa che li state bruciando!!

Accendete la fiamma e tenetela molto alta, procuratevi uno strumento per poter tenere il peperone sulla fiamma senza scottarvi, ad esempio una forchetta molto lunga con il manico in sughero o legno. Mettete il peperone a diretto contatto con la fiamma avendo cura di girarlo molto spesso. La pelle dovrà diventare bruciacchiata in modo uniforme, quando sarà marrone scuro o nera girate il peperone. Una volta che tutta la superficie sarà ben scottata, ponete i peperoni in una ciotola, quando ancora bollenti, e copritela con pellicola trasparente o carta stagnola, quindi attendete 10/15 minuti. Il vapore generato sarà così di grande aiuto per togliere la pelle bruciata, permettendovi di tagliare a strisce i peperoni e gustarli nella maniera che preferite.

Abbiate cura di togliere i semi e i filamenti presenti all’interno prima di condirli.
Inoltre, una volta puliti, sarà possibile anche congelarli per poi utilizzarli all’evenienza.

 

Consigli per cuocere i Fagioli
quando cuocete i fagioli abbiate cura di aggiungere qualsiasi ingrediente con base acida quando è quasi giunta la fine della cottura. Infatti alimenti come ad esempio: succo di limone, aceto, vino o pomodori, se aggiunti durante la cottura potrebbero far risultare i fagioli troppo tenaci e farinosi, questo proprio a causa dell’acido.
Anche nel caso vogliate aggiungere dado, sale o spezie invece, fatelo a 3/4 della cottura in quanto questi ingredienti potrebbero invece allungare i tempi stessi della cottura.

 

Come cuocere a Vapore le Verdure a casa
Se credete che per cuocere a vapore le vostre verdure sia necessaria l’attrezzatura di un ristorante vi sbagliate. E’ possibile farlo a casa senza problemi, tutto quello di cui avete bisognoè una pentola capiente con un coperchio con una buona tenuta.
L’accortezza che dovrete avere è quella di tagliare le verdure in pezzi di uguali dimensioni. Se farete così, avrete una cottura uniforme.
Come procedere:

– Tagliate le verdure e mettetele in una pentola con poca acqua (ad esempio per 500 gr di broccoli avrete bisogno di 5 cucchiai di acqua)

– Portate la fiamma ad un livello medio (non esagerate se no brucerete le verdure a contatto con il fondo), finchè l’acqua non inizierà a bollire sul fondo della pentola.

– Ora coprite con il coperchio, in modo da fare generare ed aumentare il vapore all’interno. Occasionalmente controllate che l’acqua non evapori completamente, nel qual caso aggiungetene un’altra piccola quantità.

– Le verdure saranno cotte quando abbastanza tenere da potervi infilare i denti della forchetta facilemente.

Photo by classic_film